Metodo Montessori: la creatività.

Uno studio dell’università di Harvard indica che i bambini, una volta che raggiungono i 7 anni, iniziano a trascurare fino ad un 90% la loro creatività. Ecco perché sia ​​i genitori che gli educatori si dovrebbero preoccupare per sviluppare la creatività nei bambini poiché è stato dimostrato, come stabilito dal metodo Montessori, che questa capacità favorisce la risoluzione dei conflitti, l’innovazione e delle relazioni interpersonali più fruttuose.

Infatti per Maria Montessori, il disegno del bambino non dovrebbe generare critiche da parte dell’adulto; ma, al contrario, deve trasformarsi in un “raggio di luce” perché il bambino continui il suo cammino, dando i primi passi verso l’autonomia, l’indipendenza e la libertà. .

Dalla parte opposta del metodo Montessori, c’è la scuola tradizionale dove, invece di potenziare la motivazione intrinseca all’apprendimento, i bambini sono sottoposti a pressioni eccessive per acquisire nozioni in forma meccanica. In questo modo, si ostacola lo sviluppo di abilità vitali per l’apprendimento come la creatività. Pertanto, è necessario che il bambino, da solo, accresca le sue capacità creative in modo più efficace in un ambiente appropriato, pieno di stimoli adeguati alle sue capacità e non sotto il manto dell’educazione tradizionale.

L’obiettivo del metodo Montessori  è aumentare la creatività di ogni bambino, dare ai bambini gli strumenti per essere liberi e  la capacità di trasformare la realtà,  perché dopo tutto, la creatività è la capacità di sviluppare il pensiero libero in un ambiente divertente. Lei riteneva fondamentali due cose: che l’ambiente fosse reale e l’uso di materiali naturali. Inoltre l’uso dei 5 sensi e non solo quello della vista.

Tutti i bambini prima o poi si interesseranno nel pitturare qualcosa, raccogliere oggetti di diverso colore, tagliare e ricucire. Ognuno di loro deve essere libero di farlo nel momento in cui il suo interesse si accenderà: per alcuni potrebbe essere relativamente presto anche allo scadere del primo anno di età, per altri forse si dovrà aspettare i 2 o 3 anni.

Fornitegli quindi ciò che pensate possa loro piacere e lasciate che esprimano loro stessi!